Silver School Trophy, primo e secondo premio - Accademia di Comunicazione
 
 
News & Eventi

Silver School Trophy, primo e secondo premio

Premi dalla XVIII edizione dello Spot School Award – Mediterranean Creativity Festival.

Accademia di Comunicazione si aggiudica il Silver School Trophy, rimanendo sempre in vetta e posizionandosi tra le migliori scuole partecipanti al contest.

All’importante riconoscimento, assegnato grazie alla qualità dei lavori presentati dagli studenti dei Corsi di Pubblicità, si aggiungono anche un primo premio per una campagna realizzata per Caritas Italiana a sostegno della difesa dei diritti umani e contro l’uso delle armi nella risoluzione dei conflitti e un secondo premio per una campagna multisoggetto in risposta al brief commissionato da Legambiente, per la promozione del concetto di Giustizia Climatica.

“C’è anche un Made in Italy che uccide”, questo il titolo della campagna vincitrice dell’oro per Caritas Italiana nella sezione Manifesto Annuncio Stampa, è stata realizzata da Stesy Magliano e Timur De Angeli, studenti del 3° anno del Corso post diploma in Pubblicità Art Direction, insieme a Helena Di Pompeo, Alberto Cantarelli e Lorenzo Montinari, tutti del Master in Pubblicità Copywriting.

La campagna pone l’accento su una realtà preoccupante che vede in nostro Paese, noto nel mondo per il Made in Italy, al nono posto nella classifica delle dieci Nazioni maggior produttrici di armi a livello mondiale, vendute poi a Paesi attualmente coinvolti in conflitti armati.

Il layout mostra una tavola imbandita e un piatto che contiene proiettili, anziché uno dei simboli del nostro Made in Italy, la pasta. L’idea punta a informare il pubblico dell’esistenza di guerre che a volte sono a noi poco conosciute, aiutandolo a prendere coscienza di un problema che è molto più vicino di quel che pensiamo.

La seconda campagna premiata, quella per Legambiente che si è aggiudicata l’argento sempre nella sezione Manifesto Annuncio Stampa, fa leva sulla poca consapevolezza che abbiamo sulla portata degli impatti dei fenomeni meteorologici estremi a livello globale e del problema sempre più grave dei profughi generati da disastri climatici. Il messaggio della multisoggetto ha l’obiettivo di promuovere l’adesione al concetto di Giustizia Climatica, evidenziando il nesso tra cambiamenti climatici, conflitti, povertà e migrazioni.

 A realizzarla sono state le studentesse Margherita D’Accordi del del 3° anno del Corso post diploma in Pubblicità Art Direction, Ludovica Lamantea dell’ultimo anno del Corso post diploma in Pubblicità Copywriting e Margherita Ceretti del Master in Copywriting.

Nella realizzazione dei progetti gli studenti sono stati supervisionati da Stefano Longoni, Direttore Creativo di Red Cell.

Guarda le campagne premiate