Young Ones 2020: argento - Accademia di Comunicazione
 
 
News & Eventi

Young Ones 2020: argento

Young Ones Competition. L’assegnazione delle Matite, i premi previsti dal concorso americano, sono state attribuite nella serata del 13 maggio da New  York, alle 19:00 ore italiane.

Nessuna cerimonia quest’anno, ma la pandemia non ha tolto l’emozione. Perché alla fine quello che conta è esserci stati, aver partecipato insieme alle scuole di creatività di ben 17 Nazioni. E se poi la partecipazione vale anche un argento, ne siamo orgogliosi.

Tutti collegati quindi con la Young Ones College Competition, il contest internazionale promosso dal  The One Club for Creativity che coinvolge le scuole di Pubblicità, Grafica e Design di tutto il mondo, con l’obiettivo di stimolare e premiare la creatività emergente.

Agli studenti di Accademia di Comunicazione viene assegnata una Silver Pencil per un  progetto realizzato per Vans Pro Classics, l’ultimo modello di scarpe da skate di Vans, riprogettate per essere super resistenti e altamente ammortizzate ma esteticamente identiche al modello classico.

Il problema posto dal brand -e quindi la sfida lanciata nell’ambito del contest- è fare in modo che i consumatori, skateboarders tra i 15 e i 24 anni, colgano la differenza, ne acquisiscano consapevolezza e acquistino le Vans Pro Classics per le loro necessità e le loro esibizioni.

Autori di FoodVans, questo il nome del progetto, sono Sara Consalvo ed Elisa Corrà del terzo anno del Corso post diploma in Pubblicità Art Direction e gli studenti del Master in Pubblicità Copywriting Alice Costa, Alessia Grimaldi, Carlo Cavatorta e Giulio Maccavino.

Il loro obiettivo è quello di avvicinare il prodotto al suo target. Dove? In strada! Si, perché l’abitudine consolidata negli sckateboarders li vede trascorrere la maggior parte del tempo ad allenarsi per le strade e negli skate park. Per questa ragione di solito scelgono lo street food per la loro pausa.

Nel progetto sono protagonisti il cibo ambulante e i suoi foodtrack su tre o quattro ruote, che poi sono in realtà negozi di Vans sotto mentite spoglie. Gli skateboarders vengono quindi sorpresi, coinvolti e informati mentre consumano il loro pasto, facendo leva sull’esclusività della situazione e sul packaging. L’operazione dimostra quanto Vans conosca il suo consumatore, entrando nel suo sistema di abitudini e nel suo luogo privilegiato, la strada.

Benedetta Lucca Davide Fiori, direttori creativi ed entrambi ex studenti di Accademia, hanno seguito e supervisionato gli studenti dei corsi di Pubblicità in tutte le fasi di realizzazione delle proposte, dall’ideazione alla definizione.

Gli studenti di Graphic Design sono stati invece seguiti da Mattia Castiglioni, ex studente di Accademia e Senior Designer in Landor.

Guarda il progetto premiato!