Corso post diploma in Pubblicità - Art Direction

Traditional & Digital Art Direction

Diventare un Art Director significa saper comunicare attraverso la scelta dell’immagine ideale e delle tecniche diverse di realizzazione attuali.

DURATA

3 ANNI
Il primo anno del Corso inizia a fine ottobre

FREQUENZA

Dal lunedì al venerdì,
6/8 ore al giorno

METODOLOGIA

Molto pratica.
Con progetti veri direttamente dalle Aziende e partecipazione a Concorsi di creatività Internazionali

STAGE E DIPLOMA

Stage finale e
diploma accreditato

Presentazione del Corso in Art Direction

COORDINATORE:

Valentina Majocchi, Graphic Designer

Il Corso triennale in Art Direction di Accademia di Comunicazione, uno dei primi nel settore della Comunicazione persuasiva in Italia, nasce nel 1988 con l’obiettivo di formare gli esperti dell’immagine pubblicitaria.

È dell’Art Director il compito di comunicare attraverso la scelta dell’immagine ideale e delle tecniche diverse di realizzazione che sono a sua disposizione. A tale scopo il percorso formativo si propone di trasmettere tutti gli strumenti necessari a fornire una solida cultura delle immagini, sia statica che dinamica e la capacità di saper manipolare il loro valore evocativo e simbolico.

Inoltre, gli studenti devono acquisire una forte capacità di sintesi e di invenzione visiva, per tradurre la promessa pubblicitaria in forma originale e coerente con la parte scritta dal Copywriter con il quale lavora.

Oggi al Corso di Art Direction va attribuito il merito di aver formato numerosi professionisti, autori di popolari campagne pubblicitarie. Gli studenti hanno ottenuto, nel corso degli anni, una serie di importanti riconoscimenti per le campagne realizzate, in ambito di Concorsi di creatività nazionali e internazionali. Tra questi ultimi citiamo ad esempio il D&AD, il concorso internazionale indetto dall’Art Directors Club Inglese, il cui prestigioso premio è stato più volte conquistato dagli studenti dei Corsi di Pubblicità di Accademia, in gara con gli studenti delle migliori scuole di creatività del mondo.

Per la sua storia e la qualità della metodologia formativa il Corso ha ottenuto il Patrocinio dell’Art Directors Club Italiano.

Le competenze acquisite in questo Corso sono certificate dalla Regione Lombardia e sono in linea con i livelli UE nell’ambito del QUADRO EUROPEO DELLE QUALIFICHE PER L’APPRENDIMENTO PERMAMENTE (EQF)

Piano di studi

1° ANNO
Advertising TV | Art direction | Basic design | Creative concept | Digital media 1 | Disegno geometrico | Fondamenti di informatica | Fotografia 1 | Illustrator | InDesign | Marchio e immagine coordinata 1 | Mind design | Photoshop | Psicologia dei consumi | Storia del cinema | Storia dell’arte 1 | Storia della pubblicità 1 | Tecniche di rough | Teoria del colore.

2° ANNO
4 corsi di Art direction con 4 diversi Direttori Creativi | Allestimenti | Creare riviste digitali per iPad e tablet | Digital media 2 | Fotografia 2 | Graphic mobile | Marchio e immagine coordinata 2 | Marketing | Montaggio audio video | Packaging | Photoshop avanzato | Progettazione al computer | Storia dell’arte 2 | Storia della pubblicità 2 | Tecniche di layout | Web design 1 | WordPress.

Workshop con Aziende, avendo come interlocutori professionisti di marketing, relazioni, pubbliche e creativi pubblicitari.

3° ANNO
3 corsi di Art direction con 3 diversi Direttori Creativi | After Effects | Creative production | Fotografia 3 | Photoshop avanzato | Post produzione 3D | Social media creativity | Visiting professor workshop | Web design 2.

Durante il terzo anno gli studenti progettano in successione continua campagne pubblicitarie reali per Enti pubblici, Enti non profit, Aziende, con la supervisione dei più importanti Creativi e partecipano a concorsi nazionali e internazionali.

Selezione, rette e agevolazioni

Selezioni
Per iscriversi al Corso è necessario fissare un appuntamento per un colloquio di reciproca conoscenza e di informazione su Accademia, sul Corso, sulla figura professionale scelta e sul contesto in cui lavora e sulla metodologia degli stage.

AGEVOLAZIONI
Per facilitare i giovani appartenenti a famiglie meno abbienti la retta di frequenza è ridotta in relazione al reddito familiare.
Ai fini dell’iscrizione all’Anno Accademico 2019-2020 le agevolazioni sono:

Reddito familiare (in euro)Retta annuale
1. Fino a 23.000,004.800,00
2. da 23.000,00 a 30.000,005.300,00
3. da 30.000,00 a 45.000,006.800,00
4. da 45.000,00 a 55.000,008.500,00
5. da 55.000,00 a 70.000,0011.500,00
6. oltre 70.000,0013.000,00

Iscrizioni
Le iscrizioni devono essere regolarizzate con la compilazione della domanda di iscrizione e relativi allegati, compresa la sottoscrizione del Regolamento Generale; la presentazione dei documenti comprovanti il reddito; il versamento della tassa d’iscrizione.

Rette per il secondo anno
Le rette del secondo anno, per tutte le fasce di reddito, si incrementeranno in percentuale secondo l’aumento dell’indice ISTAT.

Come usufruire delle agevolazioni per l’Anno Accademico 2019-2020

  1. La retta annuale è determinata in base al valore ISE che si trova all’interno dell’attestazione ISEE dell’anno 2018.
  2. L’obbligo di presentazione del documento ISE non sussiste per gli appartenenti alla 6^ fascia.
  3. La mancata presentazione del documento comprovante il reddito determinerà l’attribuzione della fascia n.6.
  4. Lo studente che dichiara di vivere per proprio conto deve comunque fare riferimento ai redditi della famiglia di provenienza.
  5. Nel caso di genitori divorziati o separati è richiesta la presentazione delle dichiarazioni di entrambi i genitori e verrà attribuita la fascia di reddito corrispondente al cumulo dei due redditi, salvo diverse disposizioni espresse nella sentenza di separazione/divorzio.

I Docenti del Corso

Alfredo Alfano – Responsabile tecnologia di Fondazione Accademia di Comunicazione
Valentina Amenta – Direttore Creativo Associato DLV BBDO
Giuliano Bartoli – Illustratore
Pier Paolo Benzi – Direttore Creativo Artefice Group
Diego Bianchi – Esperto di storia dell’Arte
Marco Cadioli – New Media Artist and teacher
Gabriele Caeti – Executive Creative Director DDB Group Italy
Davide Calluori – Founder and Digital Artist B612 Studio
Luca Campagnoli – Graphic Designer
Jason Cascarina – Deputy ECD Proximity London
Giuseppe Colangelo – Giornalista esperto di Cinema
Dario Colbacchini – Web Designer
Stefano Colombo – Founder Blacklab
Guido Corziatto – Art Director Freelance
Serena Di Bruno – Direttore Creativo Associato Grey
Stefano Fabbri – Illustratore Editoriale Pubblicitario
Francesco Fallisi – Co-Founder and Creative Director Lateral Creative Hub
Davide Fiori – Direttore Creativo Associato DLV BBDO
Seby Fortugno – Fondatore e Direttore Creativo The Zen Agency
Claudio Gabbiani – Consulente di produzione e post-produzione audio e video
Luca Gelmetti – Foodservice Channel Manager PepsiCo
Piergiuseppe Sebastiano Gonni – Creative Project Leader Airline
Erick Loi – Executive Creative Director Independent Ideas
Stefano Longoni – Direttore Creativo Red Cell
Lia Luzzatto – Giornalista Pubblicista e Ricercatrice
Luca Magnoni – Founder and Creative Director Hydrogen
Giuseppe Mastromatteo – Chief Creative Officer Ogilvy Italia
Antonio Mele – Freelance Creative Director
Domenico Montemurro – Art Director Digital Supervisor Doing
Michele Morganti – Communication Manager Exploring Outdoor
Dave Morris – Direttore Creativo inglese
Till Neuburg – Communication Strategist
Sara Nissoli – Senior Copywriter A-Tono
Roberta Numi – Architetto
Mirco Pagano – Direttore Creativo TBWA\Italia e Integer Group
Francesco Poletti – Executive Creative Director Y&R
Giandomenico Puglisi – Direttore Creativo
Eugenia Raimondo – Art Director Senior The Van Group
Maurizio Ratti – Direttore Creativo Enfants Terribles
Nicola Rovetta – Chief Creative Officer MullenLowe Group
Tiziano Saitta – Creative Director Artefice Group
Raffaella Scarpetti – Head of tv Prodigious Worldwide
Michelangelo Tagliaferri – Sociologo, Fondatore Fondazione Accademia di Comunicazione
Sergio Tornaghi – Fotografo
Daniele Tribi – Founder and 3D Artist B612 Studio
Luca Vinci – Project Manager vanGoGh _ Innovative Thinkers
Gianpietro Vinti – Consulente di Comunicazione

Informazioni pratiche

Riconoscimento

Fondazione Accademia di Comunicazione è Istituzione accreditata di formazione professionale permanente ex Legge Regionale 6 agosto 2007 n. 19. I Corsi rilasciano attestato di competenza con valore pubblico che certifica l’idoneità professionale in coerenza con le direttive e i regolamenti comunitari della UE.

Anno Accademico

L’inizio del Corso post diploma è per il primo anno a fine ottobre e per il secondo e terzo anno a settembre; le lezioni terminano a giugno; nel mese di luglio si sviluppano i progetti finali e le relative presentazioni.

Titoli richiesti

Per il Corso post diploma è necessario il diploma di scuola media superiore.

Frequenza

La frequenza è obbligatoria, a tempo pieno, cinque giorni alla settimana.

Iscrizione e selezione

Per iscriversi al Corso post diploma in Art Direction è necessario fissare un appuntamento per un colloquio di informazione, di verifica delle motivazioni e di approfondimento sulla figura professionale scelta.

Docenti

Tutti i docenti sono Professionisti della Comunicazione, Direttori Creativi, Art Director dal prestigio riconosciuto sia in Italia che in Europa.

Durata del Corso ed esami

Il Corso post diploma in Art Direction è di durata triennale. Ogni Anno Accademico è diviso in due semestri: al termine di ogni semestre vengono effettuate delle prove di livello che tendono a verificare lo stato di conoscenze e tecniche acquisite dagli studenti e sono elaborati progetti specifici, che consentono di verificare la capacità di applicare conoscenze e tecniche al lavoro di tipo professionale.

Al termine del Corso di specializzazione professionale riconosciuto si svolgono gli esami e viene rilasciato un attestato di competenza.

Metodologia formativa

Il primo anno del Corso post diploma è di carattere propedeutico: vengono date le basi di conoscenza necessarie per la professione e si fornisce l’impianto culturale di Comunicazione misurato sulle singole realtà professionali; nel secondo e/o nel terzo anno, mentre si procede con l’approfondimento nella Comunicazione, vengono trasferite le conoscenze, le tecniche e gli strumenti di carattere professionale.
Dall’inizio del secondo anno gli studenti imparano a lavorare su problematiche concrete: prima in simulazione con il supporto dei professionisti e mantenendo come interlocutore il Management delle Aziende, poi su casi reali, confrontandosi con le Aziende, gli Enti Pubblici e le Associazioni senza fine di lucro.

Concorsi

Gli studenti di Accademia di Comunicazione partecipano costantemente a Concorsi nazionali e internazionali, scelti naturalmente tra i più prestigiosi.

Stage

Alla fine del percorso formativo Accademia di Comunicazione organizza presso Agenzie, Aziende, Associazioni degli stage durante i quali gli studenti svolgono la loro prima esperienza di lavoro da poter inserire nel proprio curriculum.
Accademia di Comunicazione, infine, si assume tutto l’onere delle assicurazioni necessarie per legge.

Patrocinio Art Directors Club Italiano

Per la sua storia e la qualità della metodologia formativa il Corso in Pubblicità – Art Direction ha ottenuto il Patrocinio dell’Art Directors Club Italiano.

Inserimento nel mondo del lavoro

Accademia di Comunicazione, sin dal primo anno, ha avuto il 100% dei suoi allievi inseriti nel mondo del lavoro, tutti chiamati a svolgere la professione per la quale si sono preparati.

Metodologia del placement

Accademia non abbandona mai i suoi studenti, neppure dopo gli stage: cerca di essere per loro, nel tempo, un preciso punto di riferimento per consigliarli nelle scelte professionali, offrendo la possibilità di formazione continua e trasferendogli, anche nel tempo, le occasioni di lavoro che alla scuola vengono proposte.

Gli stage dopo il corso

Gli stage, previsti alla fine di ogni Corso, sono da considerarsi innanzitutto come un periodo di perfezionamento della propria formazione e in secondo luogo come una possibile occasione di lavoro futuro. Per questi due motivi lo stage non viene deciso automaticamente d’ufficio, sulla base di convenzioni preesistenti con numero prestabilito di Aziende, ma presuppone che avvenga ogni anno una specifica e precisa richiesta da parte dell’Azienda rispetto alla quale gli studenti vengono preselezionati dall’Accademia, inviati al colloquio di selezione e selezionati dalla stessa Azienda.

Non è quindi soltanto il curriculum e la garanzia che l’Accademia dà all’Azienda, ma ciò che il singolo studente durante il colloquio sarà in grado di dimostrare relativamente alle proprie capacità e al modo di presentarsi, che determineranno la scelta dell’Azienda stessa.

L’impegno da parte di Accademia sull’organizzazione degli stage “ad personam” che ogni anno si rinnova senza mai cedere ad automatismi di convenzioni fisse, è rivolto a cercare di favorire al massimo la possibilità che alla fine dello stage lo studente sia confermato con un contratto.

Dopo il Corso in Art Direction potrai lavorare come:

Bisogna che tu lo sappia in questo basso mondo tutto comincia con l’immagine e prosegue con la metafora. (Daniel Pennac, Signor Malaussène, Figlio di Job)

Nel progetto di comunicazione, l’Art Director è responsabile della parte visiva di una campagna pubblicitaria.
È suo il compito di comunicare attraverso la scelta dell’immagine ideale e delle tecniche diverse di realizzazione che sono a sua disposizione.
Possiede una solida cultura delle immagini, sia statiche che dinamiche; sa manipolare il loro valore evocativo e simbolico. Deve acquisire una forte capacità di sintesi e di invenzione visiva, per tradurre la promessa pubblicitaria in forma originale e coerente con la parte scritta dal Copywriter, con il quale lavora.

La sua tecnica professionale spazia dalla scelta del carattere tipografico all’impaginazione dell’annuncio su stampa, affissione o web, fino alla scelta e alla supervisione dei professionisti che collaborano con lui alla realizzazione dell’immagine pubblicitaria (Fotografi, Registi, Illustratori, Graphic Designer, Ritoccatori, ecc.).

Con il digitale, le competenze dell’Art Director si ampliano e riguardano anche la capacità di sviluppare contenuti di comunicazione digitale e integrata così come progettare interfacce per il mobile e per il web.

Sbocchi professionali

  • Nel reparto creativo delle Agenzie Pubblicitarie
  •  Nel reparto pubblicità interno alle Aziende (House Agency)
  • Nelle agenzie di Comunicazione Integrata (Direct Marketing o Relationship Marketing)
  • Free lance: come libero professionista collabora con Agenzie Pubblicitarie o Aziende, su progetti specifici

Il Producer è un coordinatore di professionisti e di servizi tecnici per la produzione di messaggi audiovisivi in campo pubblicitario.
Una volta realizzata nel reparto creativo dell’ Agenzia la parte creativa della campagna ed identificati i mezzi di diffusione (pianificazione media), viene coinvolto il Producer che definisce la parte economica, organizzativa e tecnica per la realizzazione di telecomunicati, di radiocomunicati, della programmazione nelle sale cinematografiche, di audiovisivi fieristici o istituzionali.
Il Producer discute con i creativi e con il cliente le scelte professionali (registi e case di produzione da interpellare); poi comunica con un briefing verbale o scritto alle case di produzione i dati necessari per ottenere un preventivo dettagliato, una timetable (scadenzario) e delle proposte tecniche.
Dopo aver raccolto i preventivi, il Producer vaglia con i creativi, gli account executives e con il cliente i costi, il prestigio, l’affidabilità, gli showreels ed i curricula delle case di produzione e dei registi interpellati – tutti elementi decisivi per la scelta definitiva nella quale il producer ha un peso determinante.
Successivamente il Producer controlla, insieme alla casa di produzione, una prima fase preparatoria: selezione degli attori e modelli (casting), definizione delle scenografie e dei luoghi dove girare(location), approfondimento degli aspetti legali e di censura con gli Enti preposti (Sacis); a questo punto il Producer organizza il P.P.M. (Preproduction Meeting) una riunione chiave durante la quale tutti i professionisti coinvolti (creativi, accounts, cliente, regista, casa di produzione) analizzano e controllano per l’ultima volta tutti i dettagli delle riprese e della postproduction (montaggio e sonorizzazione).
Durante le riprese (shooting) il Producer vigila sul rigoroso rispetto delle decisioni prese durante il P.P.M. Durante la postproduction il Producer supervisiona il montaggio, la composizione della musica, gli effetti sonori, lo speakeraggio, il mix e tutte le lavorazioni elettroniche necessarie alla finalizzazione dell’audiovisivo pronto per la messa in onda.

Una volta ottenuta l’approvazione del cliente, il producer controlla la qualità tecnica del materiale e la puntualità nella consegna alle emittenti televisive, radiofoniche e ai circuiti cinematografici, controlla le fatture dei fornitori e professionisti coinvolti e inserisce il lavoro appena realizzato nel proprio archivio.

La specializzazione nella professione di Producer richiede una formazione di base in:
Account Management –Copywriting – Art Direction

Sbocchi professionali

  • Nelle agenzie di pubblicità
  •  Negli uffici di comunicazione delle grandi aziende con propri organici per la comunicazione pubblicitaria e istituzionale
  •  Nelle emittenti televisive (networks e locali) che producono in proprio programmi e seriarls
  •  Nelle case di produzione per telecomunicati e radiocomunicati (in queste strutture il Producer assume una posizione ancora più vicina alle fasi operative in quanto coordinatore diretto della produzione).

Sei interessato? Scrivici, ti risponderemo al più presto

Sono interessato al Corso:
 Post diploma Art Direction
- Ho letto l'informativa al trattamento dei dati Reg. UE 679/16 per la finalità di gestione della richiesta inoltrata con questo modulo.
 - Vi autorizzo a usare i miei dati personali per inviare al mio indirizzo email news e comunicazioni sulle vostre attività e iniziative. Sono consapevole del fatto che posso anche non spuntare questa casella, negando il mio consenso per questa finalità. Sono consapevole anche che posso cambiare idea in ogni momento: basta inviare una mail a fondazioneaccademia@pec.it. Questo non avrà nessuna conseguenza sull'autorizzazione che vi ho concesso nel primo punto.